Senza categoria

Home / Archive by category "Senza categoria"

Campi estivi, fantastica estate 2018

Fantastica questa estate 2018!!!!

Piccoli gruppi di ragazzi e ragazze fantastici con cui stiamo vivendo tante avventure e divertimento!

grazie di cuore ai genitori per l’educazione che insegnate, perché è fondamentale nella vita…

grazie per l’impegno e l’amore che ci mettete…

grazie per questi ragazzi meravigliosi…

ecco un po di foto delle prime settimane di campi estivi!

In partenza

Balneazione in tutte le spiagge dell’isola

Attività con cavalli e asini

Attività di Ecopsicologia

Attività con il fantastico centro faunistico internazionale di inanellamento

Attività di educazione ambientale nel fantastico mare dell’Asinara

Altre coinvolgenti attività: passeggiate in natura, osservazione di uccelli nello stagno, osservazioni di organismi marini e terrestri, attività con le testuggini.

 

Attività al centro C.R.A.M.A. con le tartarughe marine

Snorkeling con gli esperti del diving di cala d’Oliva

Feste dopo cena

 

VINCITORE concorso “una giornata di campo estivo all’Asinara”

VINCITORE concorso “una giornata di campo estivo all’Asinara”

Dopo un attenta lettura delle 20 storie scritte dai bambini con titoli come: “L’isola storta, il leone d’oro, e l’albero parlante”

la giuria composta da piccoli gnomi ha decretato che……….

verrà con noi per una giornata intera a godersi il mare dell’Asinara

LO SCRITTORE

FABRIZIO SPANU con la sua storia “UN ISOLA STRAMBA” e vince:

  • trasporto in barca andata e ritorno per un bambino
  • tassa di sbarco
  • attività di educazione ambientale con gli educatori
  • una giornata di relax nal mare dell’Asinara

IL VINCITORE POTRà UTILIZZARE IL PREMIO NELLE GIORNATE A SCELTA TRA IL 16 E IL 23 LUGLIO.

Bambini in concorso per “una giornata all’Asinara”

Bambini in concorso per “una giornata all’Asinara”

La classe 2° B DELLA SCUOLA ELEMENTARE DI SORSO

partecipa al concorso “Una giornata di campo estivo all’Asinara”

I bambini gareggiano diventando degli scrittori creativi e fantasiosi

inventando una storia attinente alle attività svolte durante l’anno con gli educatori di Sealand.

I bambini che stanno partecipando al concorso sono:

Tore Cattari,  con “IL LEONE D’ORO”

Martina perandria,  con “IL DELFINO VIOLA”

Giorgia Muroni,  con “UN VIAGGIO MAGICO TRA I DELFINI”

Nicola Corrias,  con “IL CINGHIALE PARLANTE”

Pier Paolo Perino,  con “L’ISOLA MAGICA”

Elisa Razzu,  con “L’ALBERO PARLANTE”

Daniele Roggio, con  “L’ISOLA MAGICA”

Alessandro Pinna, con  “UN GUERRIERO INTERGALATTICO”

Maria Soddu,  con “LA GIORNATA CON I DELFINI”

Giuseppe Biosa, con  “LA GITA SULL’ISOLA”

Valerio Tangianu, con  “L’ISOLA DEL PAGURO MAGICO”

Mattia Baracca, con  “LA TARTARUGA E IL DELFINO”

Matteo Rosso, con   “L’ISOLA STORTA”

Greta Tafa, con  “LA BAMBINA CORAGGIOSA”

Maria cuccaru, con  “IL VIAGGIO MAGICO”

Francesco Tilocca con,   “LA STRANA ISOLA DELL’ASINARA”

Fabrizio Spanu, con  “UN ISOLA STRAMBA”

Matteo Cossu, con  “IL DELFINO ROSSO”

Serena Spanu, con  “I PIRATI DELL’ASINARA”

Rachele Sechi, con  “IL DELFINO CURIOSO”

Nei prossimi giorni sarà comunicato il VINCITORE o VINCITRICE!!!!!!

 

 

 

Noi e i ragazzi all’Asinara

Il 18 e 19 maggio ho accompagnato, con le mie colleghe, le medie del pertini -biasi di Sassari, attraverso due giorni alla scoperta dell’Asinara.
Hanno fatto attività di flora e fauna, e sono state delle classi eccellenti.

Una ragazza in particolare mi ha colpito, con la sua macchina fotografica,
riusciva a immortalare le meraviglie dell’isola che scoprivamo insieme e a farsi parte attiva delle attività.

Volevo ringraziare Cristina per la sua passione, delicatezza e intelligenza.
Pubblico alcune delle sue foto che mi hanno colpito di più e ringrazio tutti gli altri compagni che come lei si sono appassionati alla Natura!

Grazie ragazzi!

Cosmetica fai da te, è possibile?

Cosmetica fai da te, è possibile?

Abbiamo appena iniziato ad interessarci alla cosmetica fai da te, ma mi sono resa conto che è come “un’esigenza diffusa”

Tante persone molto diverse tra di loro, per interessi, lavoro, attitudini, si interessano a cose che prima non consideravano affatto, e io mi chiedo, da dove arriva questo improvviso interesse per la natura, per i prodotti naturali?

Penso purtroppo che alla base ci sia “la paura”, quella per la salute, quella che ci spinge a pensare di non fare brutte figure e “seguire la moda come tutti” ma finalmente posso essere fiera del fatto che, per una volta a mio parere, la moda può portare nella strada giusta…si perché la natura non vuole nulla in cambio da noi, non vuole speculare su di noi, non ci vuole guadagnare…siete voi a decidere se, e cosa, dare in cambio alla natura per tanta generosità…

Seguire la moda ora, significa fare attenzione alle etichette, leggerle, comprare prodotti con pochi ingredienti e che abbiano foto di piante;  le cose nel carrello devono rigorosamente essere tutte “NO olio di palma” e BIO, poi cosa ci mettano al posto dell’olio di palma o cosa sia davvero il significato di “BIO”, non abbiamo il tempo di verificarlo; allora che fare?

Usiamo una volta per tutte il pensiero critico (prendiamoci la briga di andare a vedere che significa questo benedetto “https://it.wikipedia.org/wiki/Pensiero_critico”)

Attenzione però, non da solo, vi prego, non dimentichiamo una cosa fondamentale per la sopravvivenza della nostra specie, insieme al pensiero critico usiamo anche il cuore, mettiamoci l’istinto e l’amore. In realtà credo che sia l’unica cosa che ci possa regalare una vita serena, e allora ecco che torniamo alla cosmesi fai da te, in che modo?

cosa ci regala, cosa ci dona il fatto di farci i cosmetici in casa?

sicuramente prodotti che conosciamo perfettamente:

  1. la provenienza degli ingredienti,
  2. gli ingredienti e le dosi effettive del prodotto
  3. i vari utilizzi che possiamo fare del prodotto, perché abbiamo anche studiato le piante che abbiamo utilizzato,
  4. ma la cosa più bella per me è l’amore che si sprigiona dal fare questi prodotti per se stessi, (la cura di se è il primo passo per un mondo migliore)
  5. l’unione con altre persone, la comunione, la gioia di stare insieme e scambiarsi competenze, esperienze.
  6. il risparmio economico sul prodotto, che utilizziamo per vari scopi.

A riguardo, giorni fa ho lanciato su facebook un piccolo sondaggio con la domanda: Se hai fatto cosmetici o prodotti per la casa fai da te, quali vantaggi ne hai tratto?

non avete risposto in molti, ma sicuramente una risposta da leggere è quella di Angela Damiano, fantastica collega Ecotuner del Molise:

Ciao Alessandra Zinchiri, rispondo volentieri alla tua domanda anche se i numeri del mio elenco non rappresentano l’ordine di importanza, dato che sono tutti molto importanti e correlati tra di loro.

1° ecosostenibilità (meno rifiuti, meno scarti, meno contenitori usa e getta, meno impatto sull’ambiente durante tutte le sue fasi: produzione, packaging, uso e smaltimento). Alcuni componenti dei detergenti inutili, superflui e inquinanti li avevo citati anni fa in questo articolo: http://www.lipumolise.altervista.org/…/Ecolaviamo_come…

ed anche in questo: http://www.lipumolise.altervista.org/…/Detergenti…

2° ingredienti naturali (scelti in base alle proprie esigenze personali e non in base alla “moda” o al loro prezzo/possibile guadagno economico derivante dal loro uso; meno ingredienti sintetici; meno ingredienti aggressivi o che vengono testati dalle aziende con l’uso e la diffusione sul mercato; meno ingredienti inutili ed inquinanti; biodegradabilità; cruelty free; meno componenti che fungono da “specchio per allodole”; usi di ingredienti che rispettano e favoriscono l’equilibrio naturale della pelle, capelli o dell’ambiente; ecc.)

3° semplicità (intesa come preparazione, uso ma anche come composizione; alcuni prodotti che vengono proposti dal mercato per uso quotidiano o frequente non sono indispensabili e possono anche non entrare affatto nelle nostre case o possono essere sostituiti in modo più semplice da ingredienti naturali o da prodotti simili che hanno un più ampio uso poiché meno aggressivi; la preparazione richiede pochissimi utensili di uso quotidiano, che possono essere riutilizzati, e gli ingredienti sono pochi e semplici al contrario della lunga lista della maggioranza dei prodotti della grande distribuzione e che, se per essere compresa servono esperti o l’apertura di libri di chimica, meglio lasciar perdere 😉 )

4° economicità (il fai da te è più economico, soprattutto a lungo termine, ma risparmiare sull’acquisto dei prodotti permette anche di puntare su ingredienti di qualità con un risparmio diretto e indiretto)

5° Learning & Fun (apprendere e scoprire in modo piacevole e divertendosi; imparare facendo; approfondire le proprie conoscenze e aggiornarsi per scoprire nuove cose, nuove possibilità e farsi venire nuove idee creative e applicative :-) )

6° Fare la differenza e diminuire la propria impronta ecologica

7° Creatività e Co-creare e (sperimentare la propria creatività; co-creare grazie ad alcune delle testimonianze/esperienze del passato ma anche del presente; co-creare con altre persone, con ingredienti e utensili; ecc.)

8° Condivisione (della conoscenza e dell’esperienza; dei risultati; dei “prodotti” finali; delle idee; ecc.)

Un ringraziamento speciale va ad Angela Damiano : )