News

Home / Archive by category "News" (Page 2)
L’albero e la carta

L’albero e la carta

Nuova attività di Sealand dal titolo “L’albero e la carta”,

in collaborazione con la scuola dell’infanzia di Uri…

Vi raccontiamo com’è andata.

Tutto iniziò con una favola,

un bimbo che non aveva carta e un albero che si dona a lui per permettergli di disegnare.

Il dono che gli alberi ci fanno ogni giorno ci fa riflettere su come siamo importanti per la Natura, e la Natura sia fondamentale per noi.

L’albero ci regala i suoi rami e il suo legno per fare i fogli, e noi proviamo ad impastare tutto e creare piccoli pezzi di carta…

Dopo il dono dell’albero, anche noi vogliamo donare qualcosa e prepariamo dei bellissimi disegni da appendere sui rami.

Ma come nascono gli alberi e le piante? Impariamo a seminare un semino e ci prendiamo cura di lui.

Un grazie speciale ai meravigliosi bambini di Uri e alle splendide maestre che ci hanno insegnato tanto in questa giornata insieme…GRAZIE Carmela Anna, Annalisa e Tiziana

 

NEWS- attività sugli insetti

NEWS- attività sugli insetti

Dopo anni di perseveranza per la mia passione sugli insetti

quest’anno le proposte Sealand di attività dedicate, hanno preso piede…

Molta creatività è stata messa in atto per creare i personaggi che hanno accompagnato i bambini in questa avventura…con scoperte in aula, e attività ludico/didattiche in natura.

Dopo un primo approccio distaccato e spesso pauroso, grazie ad attività pratiche come l’osservazione in natura e vari supporti, tra cui il multimediale (video, foto) i bambini iniziano ad incuriosirsi al mondo degli insetti. Strumenti come le lenti di ingrandimento ci aiutano ad avvicinarci di più alle piccole caratteristiche di questi nuovi amici, e la creatività dei bambini chiude un cerchio di conoscenza e rispetto.

Grazie a tutte le maestre che hanno creduto e credono in questo progetto, perchè la natura, e quindi anche noi, abbiamo estremo bisogno degli insetti!

Grazie ai bambini che sono sempre curiosi, interessati e meravigliati dal micromondo degli insetti…

 

 

Sealand e fattoria didattica

Sealand e fattoria didattica

Da questo anno Sealand ha deciso di aprirsi a nuove collaborazioni

Vi segnaliamo uno splendido agriturismo in zona Alghero (loc. gutierrez) si chiama Agave

http://www.agriturismoagave.com/agriturismo.php

con la loro fattoria didattica organizziamo giornate ludico/didattiche con attività di Educazione Ambientale

Una genuina e buona merenda fa iniziare la giornata con sprint

giochi all’aperto per scoprire la natura che ci circonda

attività sensoriali con gli animale

esperienze pratiche di giardinaggio

e tanto altro

possibilità di pranzo in agriturismo o pranzo a sacco

per informazioni sulle varie attività contattare Alessandra 320 3840820

per prenotare una giornata contattare Loredana 349 7752499

 

Presentazione per ecopsicologia.net

Presentazione per ecopsicologia.net

Mi è stata richiesta un’autopresentazione dalla direttrice di ecopsicologia.net, Marcella Danon,

per essere inserita nella rubrica degli ecotuner.

vi rimando al sito per vedere l’elenco degli ecotuner presenti in Italia

http://www.ecopsicologia.net/rubriche/ecotuner.html

qui di seguito uno stralcio della mia presentazione.

Alessandra Zinchiri

Educatrice Ambientale ed Ecotuner

Da piccola ho sempre amato la natura e cercavo di farla rispettare, nella mia meravigliosa città, Alghero, sulla costa nord-ovest della Sardegna, cercavo il modo di far capire che la natura era importante, ma non sapevo come fare…crescendo ho cercato di orientare i miei studi in modo da stare sempre vicino e a contatto con la natura, seguendo anche la mia passione per la psicologia e il genere umano.

L’università in beni culturali e ambientali, nel curriculum demo-etno-antropologico e ambientale, mi ha permesso di approfondire le tematiche etnologiche e ambientali, sfociando nel 2007, nella tesi sull’educazione ambientale e sulla rivalutazione emozionale del paesaggio…ebbene sì, per me il paesaggio, la natura erano uno specchio emotivo che mi catapultava dentro di me.

Nel 2010/2011 la specializzazione in Educatrice Ambientale nel parco Nazionale dell’Asinara che mi ha permesso di iniziare a lavorare in un contesto formidabile e di ispirazione, con i colleghi del corso uniti in uno studio associato. Per 3 anni attività di educazione ambientale ed esperienze pratiche in natura incentrate sulle tematiche di flora e fauna…

…Le trasformazioni nella nostra vita non finiscono mai, e questo, ci insegna la natura, è una cosa essenziale, seguiamo i flussi e i cicli di cambiamento, agevoliamoli e chiediamoci sempre se è ciò che volgiamo davvero; ascoltarci nel profondo significa essere in connessione con il mondo…

Cosmetica fai da te, è possibile?

Cosmetica fai da te, è possibile?

Abbiamo appena iniziato ad interessarci alla cosmetica fai da te, ma mi sono resa conto che è come “un’esigenza diffusa”

Tante persone molto diverse tra di loro, per interessi, lavoro, attitudini, si interessano a cose che prima non consideravano affatto, e io mi chiedo, da dove arriva questo improvviso interesse per la natura, per i prodotti naturali?

Penso purtroppo che alla base ci sia “la paura”, quella per la salute, quella che ci spinge a pensare di non fare brutte figure e “seguire la moda come tutti” ma finalmente posso essere fiera del fatto che, per una volta a mio parere, la moda può portare nella strada giusta…si perché la natura non vuole nulla in cambio da noi, non vuole speculare su di noi, non ci vuole guadagnare…siete voi a decidere se, e cosa, dare in cambio alla natura per tanta generosità…

Seguire la moda ora, significa fare attenzione alle etichette, leggerle, comprare prodotti con pochi ingredienti e che abbiano foto di piante;  le cose nel carrello devono rigorosamente essere tutte “NO olio di palma” e BIO, poi cosa ci mettano al posto dell’olio di palma o cosa sia davvero il significato di “BIO”, non abbiamo il tempo di verificarlo; allora che fare?

Usiamo una volta per tutte il pensiero critico (prendiamoci la briga di andare a vedere che significa questo benedetto “https://it.wikipedia.org/wiki/Pensiero_critico”)

Attenzione però, non da solo, vi prego, non dimentichiamo una cosa fondamentale per la sopravvivenza della nostra specie, insieme al pensiero critico usiamo anche il cuore, mettiamoci l’istinto e l’amore. In realtà credo che sia l’unica cosa che ci possa regalare una vita serena, e allora ecco che torniamo alla cosmesi fai da te, in che modo?

cosa ci regala, cosa ci dona il fatto di farci i cosmetici in casa?

sicuramente prodotti che conosciamo perfettamente:

  1. la provenienza degli ingredienti,
  2. gli ingredienti e le dosi effettive del prodotto
  3. i vari utilizzi che possiamo fare del prodotto, perché abbiamo anche studiato le piante che abbiamo utilizzato,
  4. ma la cosa più bella per me è l’amore che si sprigiona dal fare questi prodotti per se stessi, (la cura di se è il primo passo per un mondo migliore)
  5. l’unione con altre persone, la comunione, la gioia di stare insieme e scambiarsi competenze, esperienze.
  6. il risparmio economico sul prodotto, che utilizziamo per vari scopi.

A riguardo, giorni fa ho lanciato su facebook un piccolo sondaggio con la domanda: Se hai fatto cosmetici o prodotti per la casa fai da te, quali vantaggi ne hai tratto?

non avete risposto in molti, ma sicuramente una risposta da leggere è quella di Angela Damiano, fantastica collega Ecotuner del Molise:

Ciao Alessandra Zinchiri, rispondo volentieri alla tua domanda anche se i numeri del mio elenco non rappresentano l’ordine di importanza, dato che sono tutti molto importanti e correlati tra di loro.

1° ecosostenibilità (meno rifiuti, meno scarti, meno contenitori usa e getta, meno impatto sull’ambiente durante tutte le sue fasi: produzione, packaging, uso e smaltimento). Alcuni componenti dei detergenti inutili, superflui e inquinanti li avevo citati anni fa in questo articolo: http://www.lipumolise.altervista.org/…/Ecolaviamo_come…

ed anche in questo: http://www.lipumolise.altervista.org/…/Detergenti…

2° ingredienti naturali (scelti in base alle proprie esigenze personali e non in base alla “moda” o al loro prezzo/possibile guadagno economico derivante dal loro uso; meno ingredienti sintetici; meno ingredienti aggressivi o che vengono testati dalle aziende con l’uso e la diffusione sul mercato; meno ingredienti inutili ed inquinanti; biodegradabilità; cruelty free; meno componenti che fungono da “specchio per allodole”; usi di ingredienti che rispettano e favoriscono l’equilibrio naturale della pelle, capelli o dell’ambiente; ecc.)

3° semplicità (intesa come preparazione, uso ma anche come composizione; alcuni prodotti che vengono proposti dal mercato per uso quotidiano o frequente non sono indispensabili e possono anche non entrare affatto nelle nostre case o possono essere sostituiti in modo più semplice da ingredienti naturali o da prodotti simili che hanno un più ampio uso poiché meno aggressivi; la preparazione richiede pochissimi utensili di uso quotidiano, che possono essere riutilizzati, e gli ingredienti sono pochi e semplici al contrario della lunga lista della maggioranza dei prodotti della grande distribuzione e che, se per essere compresa servono esperti o l’apertura di libri di chimica, meglio lasciar perdere 😉 )

4° economicità (il fai da te è più economico, soprattutto a lungo termine, ma risparmiare sull’acquisto dei prodotti permette anche di puntare su ingredienti di qualità con un risparmio diretto e indiretto)

5° Learning & Fun (apprendere e scoprire in modo piacevole e divertendosi; imparare facendo; approfondire le proprie conoscenze e aggiornarsi per scoprire nuove cose, nuove possibilità e farsi venire nuove idee creative e applicative :-) )

6° Fare la differenza e diminuire la propria impronta ecologica

7° Creatività e Co-creare e (sperimentare la propria creatività; co-creare grazie ad alcune delle testimonianze/esperienze del passato ma anche del presente; co-creare con altre persone, con ingredienti e utensili; ecc.)

8° Condivisione (della conoscenza e dell’esperienza; dei risultati; dei “prodotti” finali; delle idee; ecc.)

Un ringraziamento speciale va ad Angela Damiano : )

 

Laboratori: Natura fai da te

Laboratori: Natura fai da te

-PARTE 1-

oleoliti…un mondo semplice per migliorare la vita

Per farli, ingredienti base che la natura, sempre generosa con l’uomo, ci offre…senza chiederci niente in cambio? …beh, questo decidetelo voi…io penso che il rispetto sarebbe la cosa più giusta. A questo riguardo ci tengo molto a parlare della raccolta delle materie prime.

Oggi, una meravigliosa giornata, ho raccolto i fiori di calendula, una bellezza delicata, giallo sole, …visto il campo affianco a casa, era il momento propizio.

Dopo aver ringraziato per tanta bellezza e generosità ho iniziato la raccolta; non ho raccolto tutti i fiori, ma una parte, e domani, quando nuovi fiori saranno sbocciati potrò raccoglierne altri…perché la natura sa insegnarci la pazienza e l’attesa.

WP_20171213_10_49_49_ProMessi ad asciugare per un po, saranno messi insieme ad olio di oliva, in un barattolo di vetro e andranno a formare un meraviglioso oleolito che sarà pronto tra circa 30 giorni.

 

 

Durante i laboratori, “Natura fai da te”, del 19 agosto e del 9 e 10 dicembre 2017, organizzati dalla cooperativa Sealand Asinara e dall’associazione Quedora,

laboratori di cosmesi con materiali naturaliRisvegliare i Sensi

abbiamo scoperto le proprietà di molte piante che crescono vicino alle nostre case, potendo usufruirne per la nostra quotidianità.

Ma ciò che abbiamo scoperto sono anche persone nuove, persone belle che vogliono cambiare le proprie abitudini e aspirano ad un mondo migliore che davvero esiste! proprio così, non è una favola come ci hanno fatto credere fin ora, ma la serenità nella vita esiste ed è fatta di belle persone e impegno personale…

Voi cosa fate per migliorare la vostra vita?

io mi sono iscritta con la mia famiglia ad un corso di permacultura

inizio a produrre prodotti per la casa e per la mia famiglia

abbiamo fatto un orto sinergico nel nostro giardino

mi diletto con un corso di green coaching (ecopsichè)

divulgo le buone pratiche con il mio lavoro

ma ho ancora tanto da lavorare e lo farò con belle persone e bei paesaggi, che portano sempre belle cose : )

 

 

 

ECONATALE

ECOnatale

Tutta la magia dei mercatini di Natale

Insieme a SCUOLA DI PITTURA MELEDINA – SEALAND ASINARA
Organizza laboratori di riciclo creativo
DOMENICA 10 DICEMBRE AL PARCO DI BADDIMANNA – SASSARI –
Dalle ore 10.30 alle ore 12.30

Aspettiamo tutti i bambini e ragazzi che hanno voglia di divertirsi e di scoprire il loro lato creativo!!!
Per partecipare al laboratorio sarà richiesto un contributo libero

Programma:
Dalle ore 10 alle ore 18, mercatini di Natale all’aperto.
Nel parco saranno presenti i pony del Centro Equestre Pegaso e tante altre animazioni, elfi, personaggi in costume medievale, fatine e… non mancherà certo babbo natale!

VI ASPETTIAMO!!
PAOLA E LAURA

NATURA FAI DA TE

 

 

laboratori di cosmesi con materiali naturali

IL 9 E 10 DICEMBRE – ALGHERO – zona Sa Segada –
IL VIVAIO PIANTE ” IL GIARDINO BOTANICO” CI ACCOGLIE
PER DUE GIORNI DI LABORATORIO CON LA SAPIENZA DELLA NATURA

Sabato 9 dicembre insieme a Daniela Inconis, appassionata di cosmesi fai da te, ci occuperemo di piante della macchia mediterranea e delle loro proprietà per il benessere fisico dell’uomo.

Sabato mattina faremo gli oleoliti.
Gli oleoliti sono dei macerati oleosi di piante fresche o essiccate poste in un contenitore di vetro, ricoperte d’olio e lasciate a macerare per un certo periodo di tempo. Scopriremo come realizzarli e conservarli nel migliore dei modi.

Sabato sera faremo gli unguenti.
L’unguento è una pomata formata da sostanze grasse e resinose, usata per far assorbire le proprietà curative naturali delle piante per via cutanea. Per la fabbricazione degli unguenti noi utilizzeremo la cera d’api.

Domenica mattina faremo i saponi.
I saponi che faremo contengono ingredienti vegetali, e sono privi di conservanti. L’autoproduzione vi darà il vantaggio di conoscere perfettamente gli ingredienti contenuti nel vostro sapone, una volta più esperti, di aromatizzarlo a piacere con gli oli essenziali; in più parleremo dell’utilizzo dei saponi industriali, e del perché sarebbe meglio usare saponi naturali…

I laboratori hanno un costo di 20€ ciascuno
Per chi si prenota entro novembre ci sarà uno sconto
Per info e prenotazioni contattare Alessandra al numero 3203840820

ConnessioneNatura

ConnessioneNatura

La cooperativa Sealand è lieta di presentarvi le attività di Connessione Natura, che organizza da circa un anno nella zona di Alghero e dintorni, basate sulle tecniche di ecopsicologia. In tutte le stagioni è possibile entrare in contatto con la natura, attraverso attività pratiche e giochi, guidati dalla nostra ecotuner specializzata, Alessandra Zinchiri. La prima giornata di Connessione è stata realizzata il 16 ottobre 2016 nel vivaio piante “il giardino botanico” a Sa Segada, Alghero. Gli incontri sono passati dall’esplorazione della natura, sia quella esterna, in maniera sensoriale, che quella interna, con visualizzazioni guidate ed esperienze profonde, grazie anche agli animali totem. Abbiamo realizzato elementi creativi; acchiappasogni, intenti e disegni. L’ultima attività realizzata è stata l’8 agosto 2017, l’interesse è crescente e abbiamo novità in ogni incontro…
Ma che cosa è l’Ecopsicologia? Essa si può definire come l’incontro tra l’ecologia, che studia le interconnessioni della natura, e la psicologia che studia le interconnessioni dentro l’uomo e le sue relazioni esterne. Entrambe le scienze si sono incontrate sul malessere condiviso del nostro tempo trovando una soluzione nel lavoro congiunto. Le attività di Ecopsicologia  si avvalgono dell’aiuto della natura per avere una visione più ampia di noi stessi e del mondo che ci circonda.
In Italia, si diventa ecotuner a Ecopsiché – Scuola di Ecopsicologia, nata nel 2004 in Brianza, creata dalla fondatrice Marcella Danon. La qualifica professionale dell’ecotuner (marchio registrato in Italia) è nata nell’ambito dall’associazione internazionale “International Ecopsychology Society” (IES) e viene condotta in ITALIA (Brianza, Sicilia, Sardegna) SPAGNA GRECIA, URUGUAY, ARGENTINA, CILE BRASILE. (per approfondimenti www.ecopsicologia.it)
alcune locandine
Alcune foto
 WP_20161218_001 WP_20161218_005 WP_20161218_007 WP_20161218_017 WP_20161218_030 WP_20161218_032 WP_20161218_042 WP_20161122_005 WP_20170430_10_40_59_Pro WP_20170430_10_43_56_Pro WP_20170430_11_19_41_Pro WP_20170430_11_55_59_Pro WP_20170430_12_17_49_Pro WP_20170430_12_20_46_Pro
NO Littering. Con piccoli gesti, grandi risultati

NO Littering. Con piccoli gesti, grandi risultati

La cooperativa Sealand Asinara, in collaborazione con il Comune di Sassari, Assessorato alle Politiche Agroambientali e Verde Pubblico, Ambiente Italia Srl e Agave Comunicazione, è stata impegnata da dicembre 2015 ad aprile 2016 nel progetto di educazione ambientale “NO Littering. Con piccoli gesti, grandi risultati”. Tale progetto ha visto protagoniste le scuole di ogni ordine e grado di Sassari, nello specifico 32 classi per un totale di 800 studenti, con l’obiettivo di sensibilizzare le nuove generazioni al rispetto dell’ambiente naturale e urbano e favorire azioni ecocompatibili, con particolare riguardo alla problematica del Littering, ovvero l’abitudine incivile e non sostenibile di gettare piccoli rifiuti dove capita (per strada, nelle aree verdi, in spiaggia ecc.).

Quali sono i rifiuti che caratterizzano il Littering? Tutti quei rifiuti che spesso le persone abbandonano senza curarsene: carta, chewing-gum, bottiglie di plastica  e vetro, lattine, confezioni di bevande, mozziconi di sigaretta,  sacchetti di plastica, avanzi di cibo, confezioni di alimenti e piccoli imballaggi.Tale gesto va ad alterare l’equilibrio naturale dell’ecosistema causandoLITTERING l’inquinamento del suolo e delle acque perché ogni singolo rifiuto abbandonato (litter) va a finire nel suolo e nel mare, compromettendo la sopravvivenza di specie animali e vegetali. Inoltre l’abbandono indisciplinato dei rifiuti pregiudica anche il decoro delle città e le condizioni igienico-sanitarie, oltre a portare un danno economico dovuto ai costi elevati di pulizia e bonifica delle aree interessate dall’abbandono.

 

L’obiettivo del progetto è stato quello di sviluppare uno spirito critico e una consapevolezza  e sensibilità ambientale negli studenti coinvolti nelle diverse attività, al fine di formare cittadini responsabili e attivi nella salvaguardia del nostro ambiente fortemente minacciato dalle attività antropiche e da abitudini non sostenibili.

LE ATTIVITA’

Le diverse attività del percorso didattico-educativo del progetto sono state adattate alle diverse fasce di età degli studenti coinvolti (Elementari, Medie e Superiori), con l’utilizzo, da parte degli educatori ambientali della cooperativa Sealand,  di diverse metodologie quali il problem solving, il brainstorming, il circle time, il teatro forum, la ricerca sul campo, attività ludico-artistiche. Ogni classe è stata coinvolta in 4 incontri di cui due in classe e due sul campo (uno nel quartiere della scuola e uno nella spiaggia di Platamona).

-Primo incontro: in aula gli educatori ambientali hanno presentato agli studenti delle medie e superiori il tema del littering attraverso un power point e la visione di un video, dopo il quale si è aperto il dibattito sulle cause  e le conseguenze di tale gesto incivile. I bambini delle elementari sono stati coinvolti in attività ludiche per acquisire le informazioni basilari sul littering e hanno preparato un esperimento scientifico sui tempi di degrado di alcuni rifiuti nei diversi ambienti.

20160203_101052             20160118_124935

-Secondo incontro: i bambini delle elementari si sono cimentati in una vera e propria caccia ai rifiuti abbandonati nelle strade e nei marciapiedi nell’area del quartiere della scuola, dovevano così individuarne la tipologia (carta, vetro, plastica, cicca, ecc.) e conteggiarli. I bambini hanno preso atto che il rifiuto più abbandonato in assoluto è il mozzicone di sigaretta. Gli studenti delle Medie e delle Superiori, divisi in piccoli gruppi accompagnati dagli educatori e dai loro insegnanti nel quartiere della scuola o nelle aree più frequentate della città, hanno intervistato i cittadini sassaresi (e non solo) sulla problematica del Littering. Si sono poi  cimentati in un divertente esperimento sociale: simulavano dei comportamenti scorretti, come buttare a terra una bottiglia di plastica davanti ai passanti, per verificare la loro reazione difronte a un gesto incivile e non rispettoso dell’ambiente e poi spiegavano alle “vittime” la problematica del littering.

20160127_113601 20160127_092500

Terzo incontro: gli studenti si sono recati, in diversi turni, nella spiaggia di Platamona per osservare il littering marino e l’attività in spiaggia consisteva, muniti di guanti e buste, nel raccogliere i marine litters; dopo la raccolta si conteggiavano i rifiuti traendo la conclusione che la tipologia di rifiuti più abbondante nel litorale marino è la plastica; dopo l’educatore ha inviatati i bambini e i ragazzi a riflettere sulla provenienza di tali rifiuti (attività ricreative delle persone sulla spiaggia, imbarcazioni, attività di pesca, industrie, centri urbani ecc.).

20160127_092917  20160127_102515

Quarto incontro: si è svolto in aula dove i bambini delle elementari hanno creato dei segnalibri illustrati, i ragazzini delle medie hanno ideato e disegnato dei fumetti, i ragazzi delle scuole superiori hanno elaborato un breve opuscolo informativo e inventato un flash mob antilittering, ovviamente tali elaborati dovevano contenere dei  messaggi educativi o degli slogan sul fatto che il littering è dannoso per l’ambiente e gli esseri viventi.

I ragazzi degli Istituti Superiori, come evento finale, sono stati protagonisti dell’attività di Teatro Forum svolta dalla dottoressa Silvia Mongili presso l’Auditorium dell’istituto Geometri.

La cooperativa Sealand Asinara coglie l’occasione per ringraziare le scuole che hanno aderito al progetto NO Littering:

Istituto Canopoleno: classe media 3 A, classi elementari 3°A, 4° A, 4° B

Scuole elementari del 10° Circolo di Via oriani (5°A, 5°B, 5°C), di via De Carolis (4°A, 3°D), di via Togliatti (3°A, 4°A, 4°B, 5°A)

Istituto Comprensivo Monte rosello Alto classi 4°B e 4°C

Istituto Compresivo Latte Dolce Agro: le classi elementari 4°A, 5°A, 5°B, le classi medie 1°D e 1°C

Istituto Comprensivo di Li Punti: la classe elementare 4°D e la classe medie 2°C

Istituto Comprensivo san Donato: le classi elementari 4°A e 3°A

La scuola Media n°7, classi 2°B e 3°B

Le scuole medie n°5 e n°12: classi 1°A

Istituto comprensivo salvatore Farina: la classe 4° elementare di Ottava, la 3°A elementare di villa Gorizia, la classe media 2°A

La scuola media n°3: classi 2°G e 2°…

Il Secondo circolo didattico san Giuseppe: le classi 4°C e 4°D

L’8° Circolo didattico Galileo galilei: classe 4°A

L’istituto Industriale G.M Angioy: 4° chimica, 3°D informatica

Istituto Geometri Devilla: 3°B

Istituto dei Ragioneri: 3°A

Istituto tecnico Commerciale Dessì: 3°A

Istituto di Agraria N. Pellegrini : 3°G

IIstituto professionale Industria e Artigianato IPIA: 2° moda

Itas S. Ruiu: 2°E sociosanitario

Liceo Artistico F. Figari: 2°B

Liceo Scientifico Spanu: 1°B

Liceo Scientifico Marconi: 3°F

Liceo Classico Azuni: 4° L indirizzo musicale

Vogliamo ringraziare tutti gli insegnanti che si sono resi disponibili e hanno dimostrato un grande interesse, collaborazione ed entusiasmo per le attività svolte e naturalmente loro…i veri protagonisti…ovvero i bambini e i ragazzi, che con la loro allegria, creatività ed entusiasmo hanno acquisito l’importanza di rispettare l’ambiente in cui loro stessi vivono e compreso che ogni gesto d’amore e rispetto verso la Natura è un gesto d’amore verso loro stessi e tutti gli esseri viventi. Speriamo vivamente che diventiate ambasciatori dell’Ambiente!!

IMG-20160205-WA0010

                                                                            W LA NATURA!!!!